Le immagini sono protette da copyright dal rispettivo proprietario e non hai il permesso di scaricarle. Images are copyrighted by their respective owner and you don’t have permission to download them.

Close
Pubblicita’




Articoli Recenti
Archivio
Ricerca categorie

Fotografare i paesaggi

Per fotografare i paesaggi, bisogna tener presente alcuni fattori:

1) Sicuramente deve essere un paesaggio che sia bello, comunicativo, che regali un’emozione ecc., insomma dev’essere interessante. Un paesaggio scialbo e senza carattere passerebbe inosservato, cerchiamo di renderlo interessante.

Prela - fotografare i paesaggi - corso di fotografia - rafoto2) Valutare in quale momento, il nostro paesaggio, renderebbe di più. Es. un bellissimo paesaggio fotografato a mezzogiorno, risulterebbe piatto perché privo di ombre. Le foto più suggestive sono scattate poco dopo all’alba o poco prima del tramonto, ma anche la stagione ha la sua importanza. Basti pensare ad un bosco: foglie verdi in primavera, gialle, rosse e marroni in autunno, e rami spogli d’inverno, senza contare gli agenti atmosferici tipo la nebbia, la neve o il vento, che possono rendere lo scatto più interessante. Anche giocare con i riflessi (foto accanto) rende lo scatto più interessante.

 

I filtri

3) Sono utili, nelle riprese con cielo molto chiaro, dei filtri, come il polarizzatore circolare, che satura di più i cieli troppo chiari, il filtro UV, usato in montagna o al mare ove sono più presenti i raggi ultravioletti, filtro ND che aiuta ad aumentare i tempi di scatto, quest’ultimo può dare una grande mano per fotografare una piazza gremita di gente in movimento facendola “sparire” (allungando parecchio i tempi di esposizione) o in caso fotografiate una cascata o un corso d’acqua, dare quell’effetto seta. Naturalmente, in questi casi dovrete usare un cavalletto per non avere foto mosse.

 

Gli obiettivi

4) Per quanto riguarda gli obiettivi vanno bene tutti, ma sono più indicati i grandangolari per poter cogliere un’area più vasta. Non importa che siano luminosissimi in quanto bisogna comunque usare diaframmi chiusi per avere più profondità di campo ed avere quinti tutto a fuoco, di solito f11 – f16. In questi casi possiamo anche avvalerci della distanza iperfocale. Se la luminosità della scena che state inquadrando, non permette tempi “sicuri”, per evitare foto mosse, è indispensabile un cavalletto.

Detto ciò, per avere una foto d’impatto, dovete cercare di trasmettere le stesse emozioni che avete provato voi quando avete deciso di fotografare un determinato paesaggio ed è qui che deve venir fuori il vostro lato “artistico”.