Le immagini sono protette da copyright dal rispettivo proprietario e non hai il permesso di scaricarle. Images are copyrighted by their respective owner and you don’t have permission to download them.

Close
Pubblicita’




Articoli Recenti
Archivio
Ricerca categorie

Il Fattore di crop

Per togliere dubbi sul fattore di crop, ho scritto queste poche righe perché ho sentito da altri fotografi e visto sui vari forum che c’è un po di confusione su questo argomento…..

Fattore di crop (crop factor nella letteratura in inglese: letteralmente fattore di ritaglio), indica il rapporto fra la diagonale di un sensore FF (Full Frame 35 x 24) e un sensore di formato ridotto come l’Aps-C, l’Aps-H, ecc.

Il fattore di crop - Corso fotografico - Rafoto

Fattore di crop

Si utilizza il termine fattore di crop, per definire un ritaglio di immagine, ripresa con un sensore più piccolo rispetto al full frame, a parità di condizioni di ripresa.

In esempio pratico, se su una reflex con sensore Full Frame, montiamo un obiettivo da 100 mm, la focale non cambierà in quanto non vi è il fattore di crop.

Se montiamo lo stesso obiettivo su una  reflex con sensore Aps-C, con fattore di crop di 1,6, avremo un’immagine finale di un 160 mm (100mm x 1,6).

Questo perché il sensore più piccolo catturerà solo una porzione d’immagine  rispetto a quello più grande (vedi foto). 

Da qui il termine focale equivalente.

Questo vuol dire che un obiettivo da 100 mm montato su full frame, diventa un 160 mm (1,6x) montato su Aps-C, con lo stesso angolo di campo del 160mm, ma rimane la profondità di campo de 100 mm.

Alcune volte, il fattore di crop viene indicato erroneamente come moltiplicatore di focale.

Le 3 foto che trovate qui sotto sono state scattate montando i corpi macchina su un cavalletto, quindi la posizione delle macchine è rimasta invariata. I parametri di scatto sono identici per tutte e tre le foto (1/4 di secondo a f5 ed ISO 100)

Fatina righello - corso di fotografia - fattore di crop - rafoto

foto n.1

La foto n.1 è stata scattata con un obiettivo Canon 24-70mm f4L IS USM, alla focale di 50 mm, montato su corpo macchina Canon EOS 6D mark 2 (con sensore Full Frame).

Fatina righello - corso di fotografia - fattore di crop - rafoto

foto n.2

La foto n. 2 è stata scattata con lo stesso obiettivo alla stessa focale ma montato su Canon EOS 70D (con sensore APS-C).

Fatina righello - corso di fotografia - fattore di crop - rafoto

foto n.3

La foto n.3 è stata scattata con zoom Sigma 18-250 DC macro OS (specifico per APS-C), alla focale di 51 mm, montato su Canon EOS 70D (con sensore APS-C).

Ragionando su queste 3 foto possiamo dedurre che:

  1. la focale reale, indicata sull’obiettivo,  è mantenuta soltanto con macchine fotografiche Full Frame (foto n.1);
  2. l’obiettivo Sigma, specifico per APS-C, impostato al valore di 51 mm, (foto n.3) ha prodotto una foto con un ingrandimento simile  a quella scattata con l’obiettivo Canon (foto n.2);
  3. anche se i dati di scatto delle foto n.2 e foto n.3 indicano la focale rispettivamente di 50mm e 51mm, per calcolare la focale equivalente (nel caso abbiate Canon) bisogna moltiplicare per il fattore di crop di 1,6. Quindi per la (foto n.2); 50mm x 1,6 = 80mm di focale equivalente; per la (foto n.3) 51mm x 1,6= 81,6mm di focale equivalente.